Oftalmologia Pediatrica

OFTALMOLOGIA Pediatrica

La nostra Equipe:

  • dr. Andrea LEMBO

  • dr.ssa Elisa RESTELLI

 

Di chi si occupa?

L'oftalmologia pediatrica si occupa di oculistica infantile in senso lato, ovvero della diagnosi e del trattamento delle affezioni oculari in tutti i soggetti compresi nella fascia di età da 0 a 14 anni.

 

Quali sono le malattie trattate?

  • Astigmatismo

  • Ambliopia (occhio pigro)

  • Ipermetropia

  • Miopia

  • Strabismo (occhio deviato)

Quali sono le visite ed esami?

Nell’Ambulatorio di Oftalmologia Pediatrica si eseguono:

  • Visite di screening in assenza di sintomatologia o su richiesta del pediatra (familiarità per disturbi visivi)

  • Diagnosi accurate di difetti visivi (miopia, ipermetropia ed astigmatismo)

  • Trattamenti per ambliopia (occhio pigro) e strabismo (occhio deviato)

  • Visite di II livello, ovvero bambini inviati da altri oculisti od ortottisti per visita in ciclopegia.

Le visite, della durata di circa un’ora, comprendono la visita oculistica completa di ciclopegia e la valutazione ortottica con studio della motilità oculare.

L’importanza dei controlli

L’Associazione Internazionale per la Riabilitazione Visiva dell’Infanzia (AIERV) suggerisce il seguente calendario di osservazione del bambino, nato a termine e in assenza di disturbi:

  • Prima visita: 6 mesi

  • Al compimento dell’anno

  • Al momento dell’ingresso alla scuola materna e primaria (ai 3 e 6 anni)

  • Visite periodiche ogni 1-2 anni, secondo l’indicazione dell’oculista curante.

 

Domande Frequenti (FAQ)
 

Perché é utile fare una visita oculistica approfondita in età pediatrica?

In età pediatrica la visita oculistica è molto importante. I bambini, infatti, possono avere dei deficit visivi che ridurranno inesorabilmente la loro capacità visiva in uno oppure in entrambi gli occhi, senza che il genitore se ne accorga. Una visione non perfetta può compromettere non solo lo sviluppo visivo, ma anche quello psicomotorio del bambino. Per riconoscere e curare al più presto questi problemi, quindi, è importante visitare i bambini fin da molto piccoli, in particolare se i genitori o il pediatra riscontrano anomalie o se vi sono in famiglia malattie oculari di carattere ereditario.

 

Impara a “guardare” il tuo bambino:

Ha arrossamenti oculari periodici? Strizza gli occhi o assume posizione anomale con il capo quando disegna, fa i compiti o guarda la tv? Accusa di frequente mal di testa o ha lacrimazione abbondante e ha le palpebre e le ciglia ricoperte da secrezione?
Questi disturbi possono essere il primo segno che il bambino ha un deficit visivo! Normalmente, i genitori si accorgono solamente se l’acutezza visiva di un bambino si riduce di oltre il 60%. Quanto prima il difetto visivo dei bambini e neonati viene corretto tanto migliore sarà il recupero visivo.

Sono previste norme di preparazione?

Non sono previste norme di preparazione.

Si consiglia di portare con sé un promemoria in cui sono indicati i farmaci che si sta assumendo ed eventuali esami effettuati su richiesta del proprio medico curante.

EMMEBI SERVIZI MEDICI scarl

P. IVA e C.F. 02115170181

Direttore Sanitario: dr.ssa Daniela Adinolfi

via Mascagni, 41  |  27029 Vigevano (PV)

0381 903076 (centralino)

fax 0381 695240

info@emmebiservizi.it

emmebi@pec.it

Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2020