Agopuntura

Agopuntura.jpeg

AGOPUNTURA

La nostra Equipe:

 

Cos'è l'agopuntura?

L’agopuntura è una pratica molto antica, nata in Cina circa 5000 anni fa; si è sviluppata nel corso del tempo rimanendo però fedele alla tradizione.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese la malattia deriva da un blocco della circolazione del “QI” o Energia Vitale che fluisce armoniosamente in tutto il corpo attraverso una rete di canali o “meridiani”.

Utilizzando gli aghi si andrebbe così a ripristinare la circolazione energetica, riequilibrandone eventuali deficit o accumuli.

Le ricerche scientifiche occidentali hanno dimostrato che pungendo determinati punti nel corpo si inducono le cellule a produrre sostanze analgesiche e antiinfiammatorie naturali come le endorfine ed altri mediatori.

L’utilizzo degli aghi permette così di stimolare i sistemi inibitori del dolore consentendo il controllo dello stesso e un rilassamento muscolare.

Inoltre l’agopuntura, non utilizzando farmaci, può pertanto essere indicata quando questi o altre tecniche sono controindicate come ad esempio nel caso di allergie oppure di grave malattie come ad esempio insufficienza respiratoria grave, epatica, ecc..

A cosa serve l'agopuntura?

Le indicazioni cliniche principali sono costituite dalle sindromi dolorose di diversa natura: cefalee, emicranie, cervicoalgie, lombalgie, dorsalgie, sciatalgie, artrosi, fibromialgie, ecc..

E’ indicata anche nei casi di:

allergie, asma

stitichezza

sindrome del colon irritabile

dolori mestruali

disturbi della post-menopausa

disturbi del sonno

disturbi dell’umore, depressione, ansia

Come si svolge l'agopuntura?

Prima di iniziare la terapia è fondamentale una visita medica generale correlata, ove necessario, dai relativi esami strumentali.

Il paziente è sdraiato sul lettino in posizione prona o supina a seconda della zona da trattare.

Dopo un’accurata disinfezione sono infissi gli appositi aghi, sterili e monouso, più sottili degli aghi convenzionali.

La procedura in genere non è dolorosa; il paziente può avvertire un leggero fastidio all’inserimento dell’ago, che deve essere rapido e delicato.

Gli aghi sono lasciati in situ per circa 15/30 minuti e quindi rimossi.

Durante il trattamento spesso il paziente avverte un rilassamento profondo.

Solitamente la terapia comprende dalle 5 alle 10 sedute con cadenza settimanale.

La reazione al trattamento è soggettiva: nella maggior parte dei casi i risultati sono positivi a breve termine ma, in alcuni casi, per la riduzione del dolore e il rilassamento muscolare è necessario più tempo.

Al termine della seduta il paziente può riprendere subito la sua normale attività quotidiana

Sono previste norme di preparazione?

No

tratto da;http://www.humanitas.it/visite-esami/visita-allergologica